Home » Herpes labiale: non si sconfigge ma lo si lascia dormire, ecco come fare

Herpes labiale: non si sconfigge ma lo si lascia dormire, ecco come fare

L’herpes labiale è purtroppo molto ostico da sconfiggere, ma ci sono diversi modi per prevenirlo e curarlo. 

Si tratta di un problema con alto tasso di contagiosità ma solitamente è possibile risolverlo senza gravi conseguenze.

Herpes dentro il labbro - Fonte AdobeStock
Herpes dentro il labbro – Fonte AdobeStock

L’herpes labiale – ovvero l’Herpes Simplex Virus 1 – è piuttosto comune e colpisce infatti metà della popolazione mondiale. Nonostante l’importante incidenza (data dalla sua estrema contagiosità) e la difficoltà ad eliminarlo definitivamente dal corpo, è possibile risolverlo senza incorrere in gravi conseguenze. Vediamo quindi quali sono gli strumenti migliori per poterlo prevenire o comunque poterlo curare efficacemente.

Herpes labiale, i sintomi e le cause

L’herpes, in via del tutto generale, è una malattia infettiva causata dal virus herpes simplex e può dare vita a problematiche molto diverse tra loro. Bisogna infatti distinguere quello labiale, causato dal su menzionato Herpes Simplex Virus 1 – e quello genitale (una malattia sessualmente trasmissibile causata dal contagio del Herpes Simplex Virus 2).

Herpes al labbro - Fonte AdobeStock
Herpes al labbro – Fonte AdobeStock

Purtroppo ad oggi non esiste una cura definitiva per eliminare completamente questo virus dall’organismo – dopo il primo contagio infatti rimane “in circolo” per tutta la vita anche se la sua comparsa diventa meno frequente (e solitamente la prima comparsa è la più grave). Esistono comunque molti farmaci antivirali per accelerare il processo di guarigione e prevenirne ulteriori sfoghi.

Nel caso di quello labiale, comunque, si tratta di un problema molto comune che caratterizza circa il 50% della popolazione. Il contagio avviene per contatto diretto con la mucosa infetta – solitamente con lo scambio di effusioni – e si manifesta con vescicole rosse piene di liquido, prurito e bruciore nella zona colpita. Nei casi più gravi, ma avviene raramente, possono subentrare anche febbre, mal di testa, dolori muscolari e linfonodi gonfi.

Herpes labiale, come prevenirlo e come curarlo

Una volta chiarito che si tratta di un’infezione piuttosto comune cerchiamo di capire come provare a prevenire il contagio. Bisogna prestare molta attenzione alle norme igienico sanitarie e lavarsi frequentemente mani e le zone più esposte al rischio di infezione. Si tratta di una pratica fondamentale anche per evitare che possa espandersi ad altre zone del corpo.

Rimedi per l'herpes - Fonte AdobeStock
Rimedi per l’herpes – Fonte AdobeStock

Per quanto riguarda la cura consigliamo l’Herpotherm, uno stick labiale adatto al trattamento topico dei sintomi dell’herpes – come i su menzionati prurito, bruciore e sensibilità. Si tratta di un principio attivo che sfrutta il calore concentrato ed è privo di sostanze chimiche.

Esistono poi dei cerotti che possono aiutare a prevenire la formazione delle crosticine delle bolle causate dall’herpes. Funziona a tutti gli effetti come una patina protettiva, mantenendo l’umidità della zona ma facendo al contempo da schermo (e dunque riducendo anche le possibilità di contagio).