Home » Dieta per la colite, cosa mangiare per stare meglio

Dieta per la colite, cosa mangiare per stare meglio

Quando si soffre di colite è importantissimo seguire una dieta molto particolare, ecco cosa mangiare per stare meglio.

Si tratta di una patologia molto diffusa che si presenta in determinati periodi dell’anno o in seguito a problemi come ansia e stress, per cui diventa fondamentale capire cosa si può mangiare per non stare male.

Colite - Fonte AdobeStock
Colite – Fonte AdobeStock

Non sempre le cause della colite – ossia l’infiammazione del colon – sono identificabili facilmente, ma si può dire con poco margine di errore che solitamente è dovuta a cattive abitudini quali dieta sbilanciata, sedentarietà, stress (che provoca la famosa sindrome del colon irritabile) e anche vizi come il fumo.

Può dividersi in acuta o cronica a seconda di come si presenta ed essere correlata ad altre patologie come la colite ulcerosa (facente parte delle malattie croniche intestinali) o anche il più conosciuto e temuto morbo di Crohn – ovvero l’infiammazione della mucosa intestinale che provoca sintomi come diarrea persistente, astenia e perdita di appetito e sanguinamenti rettali.

Colite, che dieta seguire per stare meglio

Trattandosi di una patologia piuttosto fastidiosa, che può provocare gonfiore addominale  – e, dunque, minare la nostra autostima – nonché portare a conseguenze piuttosto complicate (come nel caso del suddetto morbo di Crohn), diventa essenziale seguire un determinato tipo di alimentazione.

Alimenti per la colite - Fonte AdobeStock
Alimenti per la colite – Fonte AdobeStock

Ovviamente il primo passo da fare in questi casi è consultare un medico, che saprà senz’altro suggerire una dieta personalizzata e basata su eventuali altre patologie (come intolleranze) e preferenze del soggetto, ma ci sono comunque delle linee guida che è possibile seguire per stare meglio.

Gli esperti consigliano infatti, in via del tutto generale, di limitare gli omega 6 (che hanno attività pro-infiammatoria) e preferire piuttosto gli Omega 3 (pesce, noci, semi di lino) e i grassi vegetali come olio di oliva o di cocco. Bisogna inoltre limitare alcuni carboidrati come fruttosio, lattosio, fruttani, galattiani e polioli.

Via libera invece patate bollite o cotte in forno con la buccia, carote crude o bollite, yogurt, finocchi, zucca gialla, cereali conditi in maniera semplice e uova (solitamente ben tollerate). Bevete inoltre molta acqua e preparate anche determinati tipi di tisane (come quelle alla curcuma o alla malva), che hanno enormi benefici sui sintomi della colite.