Home » Tumore al pancreas: ecco le prime avvisaglie

Tumore al pancreas: ecco le prime avvisaglie

Il tumore al pancreas è difficile da diagnosticare in tempo, ma gli esperti hanno notato che esistono alcune avvisaglie.

Purtroppo si tratta di una patologia che a volte rimane silente per molto tempo, anche se di recente sono stati riscontrati dei sintomi molto specifici molto tempo prima della diagnosi.

Consulto medico - Fonte AdobeStock
Consulto medico – Fonte AdobeStock

Gli ultimi dati forniti sui tumori al pancreas (risalenti al 2017) stimano che il Italia caratterizza circa il 4% di tutte le diagnosi di cancro e che sono all’incirca 13.000 i pazienti colpiti.

Purtroppo un importante fattore è giocato dalla difficoltà di effettuare una diagnosi precoce, dal momento che può rimanere a lungo silente – e non dare dunque sintomi. Eppure gli studiosi hanno di recente scoperto la correlazione tra due eventi molto specifici e l’insorgenza di una neoplasia al pancreas che potrebbe aiutare con la valutazione medica.

Tumore al pancreas: quali sono le spie scoperte dagli esperti

Sono dunque due i sintomi che possono aiutare a diagnosticare molto tempo prima un tumore al pancreas – in modo tale che sia trattato decisamente prima ed evitare conseguenze più gravi.

Diagnosi tumore al pancreas - Fonte AdobeStock
Diagnosi tumore al pancreas – Fonte AdobeStock

Il primo è rappresentato dal dimagrimento eccessivo anche nei due anni precedenti all’insorgenza della patologia. Gli esperti hanno infatti verificato – comparando i dati dei pazienti su un database sanitario di oltre 10 milioni di soggetti – che l’indice di massa corporea scende di tre unità rispetto alla norma.

Inoltre nei pazienti sono stati riscontrati anche valori anomali della glicemia nonostante il soggetto non fosse affetto da diabete e non fosse aumentato di peso. In questo caso il sintomo inizia a manifestarsi anche tre anni prima della diagnosi.

Tumore al pancreas: altri dati da tenere a mente

Si tratta insomma di segnali piuttosto eloquenti che possono aiutare i medici a fare un quadro clinico che comprenda anche esami più approfonditi per poter diagnosticare in tempo il tumore al pancreas e intervenire tempestivamente prima che la situazione di aggravi eccessivamente.

Paziente in ospedale - Fonte AdobeStock
Paziente in ospedale – Fonte AdobeStock

Non sono però gli unici segnali da tener presenti, dal momento che esistono altri sintomi utili alla diagnosi di questa tipologia di cancro. In particolare le prime avvisaglie si riscontano in bagno – con feci chiare e urina scura.

Infine anche il colorito giallognolo della pelle del paziente (definito ittero) e degli occhi possono aiutare a rendere più tempestiva la diagnosi. Bisogna insomma guardare a tutti questi segnali, soprattutto a quelli scoperti di recente, per poter prevenire danni maggiori nel soggetto.