Home » Perché quando mangi il gelato ti vengono le fitte in testa dolorose

Perché quando mangi il gelato ti vengono le fitte in testa dolorose

Può capitare, quando mangi il gelato, di avere delle fitte in testa dolorose, ecco da cosa dipendono.

Si tratta di un fenomeno solitamente transitorio ma che può spaventare per l’intensità del dolore provato.

Fitte in testa per il gelato - Fonte AdobeStock
Fitte in testa per il gelato – Fonte AdobeStock

In estate difficilmente si può resistere alla tentazione di un buon gelato o anche solo di un ghiacciolo per potersi rinfrescare per qualche minuto. Alcuni però devono fare molta attenzione, perché già al primo morso accusano il fenomeno noto come “cervello congelato“, ovvero una sensazione di dolore alla testa che spesso viene paragonata ad una “coltellata”.

Fitte in testa quando mangi il gelato: cosa sono

Queste fitte alla testa di tipo trafittivo – ovvero assimilabili alla sensazione di una coltellata, come anticipato – sono dunque provocate dal passaggio nel palato o attraverso la faringe si una sostanza (solida, liquida o gas) piuttosto freddo.

Cefalea per il freddo - Fonte AdobeStock
Cefalea per il freddo – Fonte AdobeStock

L’esatto meccanismo ancora non è stato completamente chiarito, perché solitamente si tratta di un fenomeno transitorio – ossia che passa spontaneamente al massimo dopo qualche minuto – ma ci sono diverse teorie plausibili per spiegare il fenomeno.

Secondo alcuni il contatto con la sostanza fredda della mucosa provocherebbe un restringimento dei vasi sanguigni della zona comportando dolore. Altri invece sostengono che ad essere stimolati sono i nervi, soprattutto del trigemino, provocando questa cefalea transitoria.

Cefalea da freddo: chi è più predisposto e cosa fare per evitarla

Le fitte in testa possono colpire chiunque ma è stato notato che ad essere maggiormente predisposti sono i bambini (si ipotizza perché che le loro strutture neuronali siano ancora più sensibili rispetto agli adulti) ma anche chi soffre di patologie come cefalea ed emicrania – a causa di una pregressa sensibilità del nervo trigemino.

Fitte in testa per il freddo - Fonte AdobeStock
Fitte in testa per il freddo – Fonte AdobeStock

In ogni caso, come anticipato, solitamente il fenomeno è transitorio, per cui (a meno di patologie su menzionate) non ci sono rimedi veri e propri da adottare quando si viene colpiti dal famoso fenomeno del cervello congelato.

Nonostante ciò ci sono ovviamente dei consigli da tener presente per evitarne la manifestazione. Provate dunque a mangiare i cibi freddi più lentamente e riducete al minimo il contatto con il palato della sostanza. In ogni caso non lasciatevi spaventare, perché si tratta di un fenomeno piuttosto diffuso che si risolve da solo.