Home » Come rimuovere i tatuaggi in poco tempo: metodi e costi

Come rimuovere i tatuaggi in poco tempo: metodi e costi

Vi siete pentiti di aver fatto un tatuaggio? Ecco come rimuoverli in poco tempo e quali sono i costi.

Può capitare nel corso della vita di aver fatto un tatuaggio che, col tempo, non ci piace più. Ci sono ovviamente dei metodi per toglierlo, con diversi costi.

Seduta tatuaggio e rimozione - Fonte AdobeStock
Seduta tatuaggio e rimozione – Fonte AdobeStock

Il tatuaggio è sicuramente bello da vedere e ha una certa attrattiva per molti di noi. Può però capitare di aver scelto il soggetto sbagliato o che l’esecuzione non sia stata all’altezza delle aspettative.

Fortunatamente in questi casi si può procedere con la sua rimozione e ci sono diversi metodi per farlo, con degli iter e dei costi ovviamente diversi. Vediamo quindi come procedere per rimuovere un tatuaggio che abbiamo smesso di amare.

Rimuovere i tatuaggi: i diversi metodi e i costi

Partiamo subito con il dire che durante la seduta, il tatuatore ovviamente non ha “colpito” lo strato più superficiale della vostra pelle, ma uno intermedio – a meno che non sia stato eseguito da una persona poco esperta. Proprio per questo il metodo migliore per la rimozione è il laser, che solitamente lascia meno cicatrici.

Rimozione tatuaggi - Fonte AdobeStock
Rimozione tatuaggi – Fonte AdobeStock

Si tratta tuttavia di un metodo solitamente abbastanza doloroso, anche se dipende dalla zona trattata, e abbastanza lungo. Ci vogliono infatti diverse sedute per eliminare il tatuaggio – a seconda della sua grandezza – e ogni seduta in media costa dai 150 ai 400 euro.

Si tratta, in ogni caso, del metodo meno invasivo e più sicuro. In alternativa, alcuni soggetti hanno optato anche per la rimozione chirurgica tramite bisturi. Un metodo sicuramente più veloce (dal momento che viene fisicamente rimossa la zona contenente il disegno), ma senza dubbio dolorosa, più rischiosa per quanto riguarda le infezioni e con cicatrici più evidenti.

In ultimo vi ricordiamo che esiste anche il trattamento termico – chiamato diatermia – un processo che mira ad aumentato l’irrorazione della pelle per schiarire la zona e che richiede (al pari del laser) diverse sedute per avere successo. In questo caso il costo si aggira sulle stesse cifre della seduta laser.