Home » Colesterolo: tutte le false credenze, sono questi gli errori da non fare

Colesterolo: tutte le false credenze, sono questi gli errori da non fare

Il capitolo colesterolo è piuttosto ampio e pieno di false credenza. Questi sono gli errori da non fare per poter tenere sotto controllo i suoi livelli.

Visita medica - Fonte Pexels
Visita medica – Fonte Pexels

Con il colesterolo si apre ad un capitolo piuttosto vario di cui in realtà molti conoscono poco. Si tratta infatti di una molecola ingiustamente demonizzata e che svolge funzioni fondamentali per il nostro organismo.

Partendo, ad esempio, dal fatto che questa molecola ha una fondamentale funzione plastica, ovvero di costruire la membrana plasmatica o di consentire la comunicazione tra cellule. Infine è essenziale anche per la formazione della bile, utile per la digestione.

Colesterolo: qual è quello “cattivo”

Si deve poi tener presente la differenza tra colesterolo HDL e LDL, che non tutti conoscono e che è importantissima per capire se abbiamo un problema nelle nostre analisi.

Medico e paziente - Fonte Pexels
Medico e paziente – Fonte Pexels

Il primo infatti è responsabile dell’arrivo del colesterolo dalla periferia – ovvero cellule e vasi sanguigni – agli organi. Il secondo svolge invece il compito contrario ed è proprio in questo frangente che il colesterolo può accumularsi in placche aterosclerotiche e comportare malattie cardiovascolari.

Colesterolo, la falsa credenza da smentire

Il primo falso mito da sfatare è che il colesterolo è solo assunto attraverso il cibo. In realtà, proprio perché importantissimo per il nostro organismo, la maggior parte è prodotto proprio dal nostro corpo (ovvero di natura endogena) e solo il 20% è di origine alimentare.

Per questo a volte, anche con una dieta equilibrata, a fronte di una patologia, si possono comunque creare degli squilibri e avere dei valori alterati. In ogni caso però seguire uno stile di vita sano ed evitare cibi ricchi di acidi grassi saturi è senz’altro fondamentale per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo nel sangue.

Cibi grassi - Fonte Pixabay
Cibi grassi – Fonte Pixabay

Preferire, insomma, molte fibre e acidi grassi insaturi vi aiuterà enormemente, ma anche il ruolo giocato dalla tanto citata attività fisica è importantissimo. In tutti i regimi alimentari considerati sani, gli esperti raccomandano sempre di eseguire anche dell’esercizio fisico – meglio se del vero o proprio sport ma, in alternativa, anche lunghissime e intense camminate possono aiutarvi ad avere enormi benefici.