Home » Gastrite: gli accorgimenti alimentari da sapere

Gastrite: gli accorgimenti alimentari da sapere

Soffri di gastrite? Ci sono degli accorgimenti alimentari che, se applicati, ti faranno stare da subito meglio. Con un’alimentazione sana e naturale si possono risolvere molti problemi. la gastrite rientra fra gli stessi. 

La gastrite è un dolore acuto (che si avverte in determinati frangenti) o cronico, ed è dovuto all’infiammazione delle pareti dello stomaco. Oltre al dolore gastrico e ai crampi, si avvertono anche nausea, e meteorismo, cioè sensibilità rispetto alle condizioni metereologiche.

Problemi di gastrite? Una sana alimentazione mirata vi verrà in soccorso – newssalute.it

Il problema parte da una predisposizione genetica, ma viene incrementato da un’alimentazione scorretta e sbilanciata, che sarà meglio correggere.

Vi sono diversi accorgimenti alimentari da porre in essere, per la gastrite. Sconsigliato mischiare le proteine con i carboidrati nell’alimentazione, così come anche eccedere con vino e caffè, evitare gli alcolici delle alte gradazioni. ma anche evitare le fritture, consumare frutta lontano dai pasti (altrimenti porta gonfiore), e masticare lentamente.

Rimedi naturali nell’alimentazione

Un particolare succo vegetale può apportare molto sollievo alla gastrite – newssalute.it

Il cavolo, opportunamente inserito nella dieta, ha degli effetti benefici a dir poco interessanti. Esplica proprietà cicatrizzanti sulle mucose del tratto digerente. Oltre ad un inserimento nella propria dieta a tavola, si può anche preparare un’apposita bevanda per migliorare lo stato della gastrite. Un bicchiere di succo di cavolo, corretto con succo di carota e di mirtillo fino ad assumere un gusto gradevole, può essere davvero si aiuto.

Carota e mirtillo non ne correggono solamente il gusto, ma apportano altresì importanti proprietà antiossidanti alla bevanda. La carota è non a caso un alimento da inserire nella propria alimentazione, con una certa regolarità, qualora si soffrisse di gastrite. Contiene pectina, che si deposita sulle pareti dello stomaco come un gel, in grado di riparare dall’insulto acido. Contiene inoltre il beta-carotene, con la funzione di difendere la mucosa dall’attacco di microrganismi.

Per tali motivazioni, un’assunzione di carota può altresì aiutare a prevenire e a riparare le ulcere. Anche la patata è molto consigliata nella dieta, per via delle sue proprietà emollienti, in grado di alleviare lo stato infiammatorio presente nello stomaco. Anche la liquirizia è consigliata, a meno che non si soffra di ipertensione (la liquirizia infatti alza la pressione). Fra le bevande, l’infuso di malva, il thè verde e la camomilla sono consigliate.

Il bicarbonato di sodio riaggiusta il ph dello stomaco. Fra gli alimenti, anche i semi di sesamo, l’avena, il riso e la pasta integrali. Sono piuttosto sconsigliati peperoncino, frutta secca, frutta acida quale gli agrumi, pomodori, il pepe e il cacao. Oltre al consumo d’alcol e di caffè, come già visto in apertura.