Home » Esenzione ticket: come si deve richiedere e chi ne ha diritto

Esenzione ticket: come si deve richiedere e chi ne ha diritto

È possibile richiedere l’esenzione per il ticket che riguarda le prestazioni mediche e diagnostiche. Come si deve richiedere e chi ne ha diritto.

Tra i vari aiuti previsti dallo Stato un grande peso è coperto dall’esenzione dei ticket, grazie al quale – e in base a parametri molto specifici – è possibile non pagare una parte del dovuto o l’intero importo durante una prestazione medica o diagnostica.

Consulto medico - Fonte AdobeStock
Consulto medico – Fonte AdobeStock

Ogni regione offre la possibilità di richiedere l’esenzione dei ticket, valida per il pagamento delle prestazioni mediche e diagnostiche. Ci sono ovviamente dei parametri da rispettare per poter richiedere questo aiuto ma, soprattutto, diverse categorie di esenzione. Vediamole nel dettaglio.

Esenzione ticket, chi può richiederla

Per poter chiedere l’esenzione da reddito devi presentare la documentazione necessaria – ossia un’autocertificazione attestante le condizioni economiche del richiedente e i suoi dati anagrafici presso il sito della propria regione di residenza.

Paziente durante la visita medica - Fonte AdobeStock
Paziente durante la visita medica – Fonte AdobeStock

In alternativa può anche essere richiesta da uno qualsiasi dei soggetti a carico del titolare del requisito – per sé e per gli altri componenti della famiglia (nel caso di un minore è ovviamente il genitore a provvedere).

In ultima battuta se sopraggiungono importanti impedimenti da parte del titolare, l’autocertificazione può anche essere presentata dal coniuge o dai figli del titolare – previa compilazione di un modulo di temporaneo impedimento fornito dalla propria Asl.

Esenzioni da ticket, le categorie

Ci sono ben 9 categorie di esenzioni da reddito, ognuna con dei parametri piuttosto specifici da rispettare. Vi ricordiamo che non tutte le categorie hanno un tesserino che è possibile esibire, ma il codice di esenzione può essere scritto nella prescrizione medica fatta dal proprio medico curante per poter ottenere l’esenzione durante il pagamento. Le categorie sono:

  • E01: Soggetti di età inferiore ai 6 anni o con più di 65 anni che abbiano reddito familiare inferiore a € 36.165,98;
  • E02: Disoccupati iscritti a un Centro per l’Impiego con dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro e reddito familiare inferiore o pari a € 8.263,31 – aumentato a € 11.362,65 in presenza del coniuge e di ulteriori € 516,46 per ogni figlio a carico;
  • E03: Individui titolari di Assegno Sociale (ex pensione);
  • E04: Titolari di Pensione al Minimo con più di 60 anni e reddito familiare inferiore o pari a € 8263,31 – ritoccato a € 11362,05 in presenza del coniuge più € 516,46 per ogni figlio a carico;
  • X24: minori non accompagnati;
  • X23: minori stranieri indigenti (sia facenti parte o meno dell’Unione Europea) con età inferiore ai 6 anni;
  • E06: cittadino di Stati non appartenenti extracomunitari richiedenti protezione internazionale con permesso di soggiorno;
  • E07: soggetto comunitario non iscritto né iscrivibile al servizio sanitario nazionale e privo di copertura sanitaria, con età inferiore ai 6 anni o maggiori di 65;
  • E08: individuo straniero extracomunitario non in regola con le norme relative all’ingresso e al soggiorno in possesso di Tesserino STP che abbia meno di 6 anni o più di 65.