Home » Frigorifero: un covo di batteri si nasconde sotto le guarnizioni, ecco cosa devi fare

Frigorifero: un covo di batteri si nasconde sotto le guarnizioni, ecco cosa devi fare

Anche il frigorifero ha bisogno di manutenzione costante per evitare che un covo di batteri possa nascondersi sotto le guarnizioni. Ecco cosa devi fare per risolvere il problema.

Cibo in frigo - Fonte Pexels
Cibo in frigo – Fonte Pexels

Ogni elettrodomestico in casa ha bisogno di manutenzione non solo per evitare che con il tempo possa guastarsi o non funzionare più a dovere, ma anche per evitare che lo sporco depositato possa diventare una colonia di batteri.

Anche, o soprattutto, il frigorifero rientra in questa categoria e ha bisogno di pulizia costante per allontanare il pericolo di batteri e muffe – entrambi piuttosto pericolosi per la salute. Ecco dunque cosa puoi fare per pulire al meglio il tuo frigo.

Frigorifero: la soluzione per pulirlo al meglio

Oltre l’interno del frigorifero, che comunque va pulito bene almeno una volta ogni 15 giorni, anche le guarnizioni hanno bisogno di manutenzione costante perché tendono molto spesso ad ingiallire o annerire a causa dei batteri e della muffa. Se hai già riscontrato questo problema, prima di allarmarti, sappi che c’è una soluzione casalinga e superefficace che puoi mettere in pratica immediatamente.

Se la guarnizione ha un colore tendente al giallo quello che puoi fare è armarti di guanti, di uno spazzolino che non usi più, una ciotola d’acqua e del dentifricio. Una volta inumidite le guarnizioni usa lo spazzolino con il dentifricio per strofinare bene la superficie e infine risciacqua tutto con un panno umido.

Cucina - Fonte Pexels
Cucina – Fonte Pexels

Se invece il colore è tendente al nero puoi utilizzare una soluzione di acqua e aceto da applicare con un flacone spray, lasciare agire e poi ripulire tutto con un panno umido assicurandoti di aver tolto bene lo sporco.

Ricorda inoltre che questo procedimento dev’essere fatto ogni 15 giorni, esattamente come la pulizia del vano frigo – anche se quest’ultima può essere fatta una volta al mese se non ci sono alimenti particolarmente problematici al suo interno.

Evitare inoltre che frutta e verdura si deteriorino al suo interno e utilizzare sempre contenitori ermetici per i cibi cotti. Infine mi raccomando alla carne e al pesce, che hanno un tempo di deterioramento decisamente basso e possono alterare gli odori anche degli altri cibi presenti nel tuo frigorifero.