Home » Covid: piovono multe ai no vax, guarda la posta

Covid: piovono multe ai no vax, guarda la posta

Nei prossimi mesi dovrebbero essere recapitate le multe per tutti i soggetti che hanno deciso di non vaccinarsi contro il Covid. Piovono dunque multe ai no vax e sarà bene guardare attentamente la posta.

Fiala di vaccino anti-Covid - Fonte Pixabay
Fiala di vaccino anti-Covid – Fonte Pixabay

All’inizio del 2022 era stata presa una difficile decisione, multare tutti i soggetti che avevano deciso di non vaccinarsi o di non effettuare la dose booster del vaccino anti-Covid (ovvero il tanto discusso “richiamo”).

Alcuni però non si sono mai messi “in regola” sotto questo profilo e la prospettiva era multare tutti coloro che sono stati pizzicati ad infrangere la legge. Il processo è stato lungo ma ad oggi ci sono tutti i dati delle persone coinvolte, per cui si attende solo l’invio della cartella esattoriale da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Covid, multe che chi non si è vaccinato: come funziona

Prossimamente, dunque, dovrebbe arrivare una vera e propria pioggia di multe del valore di 100 euro per tutti i soggetti che hanno scelto di non vaccinarsi andando dunque contro le leggi stabilite per fronteggiare l’emergenza Covid.

Preparazione vaccino Covid - Fonte Pixabay
Preparazione vaccino Covid – Fonte Pixabay

In particolare la misura si applicherà a tutti gli ultracinquantenni che dall’8 gennaio fino al 15 giugno sono riusciti a “svicolare” evitando la somministrazione del vaccino o il suo richiamo. In questo processo sono coinvolti anche operatori sanitari e medici, lavoratori impiegati nelle residenze, così come anche il personale scolastico, i lavoratori del settore del soccorso pubblico e la polizia locale.

Anche se oggi l’obbligo vaccinale è infine decaduto, il Garante della privacy ha dato il via libera per l’invio delle multe, anche se non è sicuro che queste saranno effettivamente recapitate.

Multe ai no vax: potrebbero non arrivare mai

Il motivo è molto semplice. Il nuovo governo potrebbe cancellarle a causa del piano di tregua fiscale e del taglio delle cartelle esattoriali proposto dalla leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.

Vaccino Covid - Fonte Pixabay
Vaccino Covid – Fonte Pixabay

In altre parole le multe potrebbero rientrare in quella categoria di cartelle pronte ad essere bloccate e, dunque, è possibile che i no vax siano “graziati” e non ricevano alcuna sanzione.

Bisogna attendere dunque che il nuovo esecutivo muova i primi passi per capire come si metteranno le cose, fermo restando che la lista è già stata fatta e che le multe sono pronte ad essere inviate.