Home » Gomme senza zucchero, perché non dovremmo mai mangiarle

Gomme senza zucchero, perché non dovremmo mai mangiarle

Solitamente, si pensa alle gomme da masticare senza zucchero come a qualcosa di sano. Qualcosa in grado di sostituire le normali gomme da masticare ma con un minore apporto calorico, in quanto non contenenti zuccheri. Ma non si tiene conto di altre sostanze. Analizziamo meglio la questione. 

Non che le chewing gum non abbiano i propri aspetti positivi. La loro masticazione previene nausea e vomito, anche in caso di mal d’auto, possono sostituire una sigaretta per chi prova a smettere di fumare, e anche aumentare la concentrazione.

Gomme senza zucchero: sono delle alternative light affidabili per la salute, se consumate regolarmente? – newssalute.it

Purtroppo sono più i contro che i pro, e si rivela pertanto opportuno limitare il loro utilizzo. Se le gomme zuccherate da masticare aumentano il rischio carie, c’è da dire che quelle non zuccherate contengono sostituti dello zucchero che richiamano acqua nelle vie intestinali e, di conseguenza, riportano effetti lassativi.

Cosa contengono le gomme da masticare?

Per un uso regolare e senza problemi, ultimamente si sono affermate anche le gomme bio sul mercato, come alternativa alle classiche gomme, anche senza zucchero – newssalute.it

Oltre a ciò, e parliamo di tutte le gomme, contengono sostanze quali la paraffina, polietilene, glicerina, lattice, acido stearico, acetato di polivinile, petrolio. Tutti prodotti utilizzati in ambito industriale, soprattutto al di fuori del settore alimentare. Oltre a ciò, la percentuale di gomma in sé viene ricompresa fra il 20 e il 40%. Ma vi sarebbe da considerare che anche la suddetta gomma, oltre che in ambito alimentare, viene ritenuta utile per le sue proprietà in ambito produttivo.

Si pensi al caso delle scarpe prodotte interamente in gomma. Si pensi poi che la produzione di colla, quella più diffusa, avviene proprio tramite l’acetato di polivinile, contenuto nella gomma. Per non parlare degli usi soliti del petrolio.

Da ciò se ne deduce altresì il fatto di come di determinate sostanze non si debba eccedere. E’ proprio negli eccessi che si trova infatti il danno. Se si consuma una quantità ridotta di prodotto, ciò può rivelarsi compatibile con un uso alimentare. L’incompatibilità sopraggiunge nel momento in cui il consumo sia troppo elevato. Vediamone meglio le conseguenze.

Le conseguenze di un uso regolare di gomme da masticare senza zucchero

Tra le conseguenze vi troviamo anche reazioni allergiche per chi ne risulta affetto rispetto ad uno dei prodotti elencati, ma altresì diarrea, dolori addominali. Reazioni allergiche, nel caso delle gomme senza zucchero possono essere causate dai dolcificanti naturali, come mannitolo, sorbitolo, e maltitolo. Ma vi è anche l’insorgenza di problemi cardiovascolari, dovuti ad un uso regolare. Più consigliate le gomme bio, anch’esse disponibili sul mercato. Un esempio è dato dalle gomme Chizca, il primo prodotto del genere ad essere stato introdotto.